Il linfodrenaggio o drenaggio linfatico manuale è un particolare tipo di massaggio praticato nelle zone del corpo con un’eccessiva riduzione della circolazione linfatica ed una stagnazione dei liquidi. Il suo scopo è infatti far defluire i liquidi linfatici.
Nel corso del tempo si sono sviluppate diverse tecniche al fine di eseguire dei linfodrenaggi efficaci; 2 sono le metodiche principalmente impiegate e si differenziano principalmente per il tipo di movimenti eseguiti.
In tutti e due i casi la tecnica si attua tramite applicazione di un leggero movimento pressorio sulla cute, che deve essere lento e delicato. Si comincia dalle zone in cui si trovano i linfonodi (stazioni linfonodali) per proseguire nelle altre zone del corpo interessate.
Il terapista deve infatti conoscere molto bene il circolo linfatico e le zone da trattare: solo in questo modo il drenaggio dei liquidi interstiziali e della linfa potrà essere favorito dalle giuste manipolazioni.
In alcuni casi alla fine del trattamento l’area interessata dal ristagno di liquidi viene bendata. Il bendaggio non deve essere compressivo e dev’essere effettuato partendo dalla periferia del corpo.
Inoltre è importante precisare che non vengono utilizzati creme o oli, ma solo il contatto delle mani del terapista sulla zona da trattare.
E’ raro che in una sola seduta il linfodrenaggio possa risolvere completamente l’edema. Generalmente il paziente si deve sottoporre a più trattamenti per ottenere buoni risultati.
La frequenza e la durata delle sedute saranno stabilite dal terapista in base al disturbo del paziente.

Per maggiori informazioni

CONTATTACI